Crossing the Sea

“Crossing the sea” è un progetto di internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo nato nel 2018 con lo scopo di creare e consolidare collaborazioni di lungo termine tra Italia, Medio Oriente, Asia e Oceania.

CROSSING THE SEA is a Networking and exchange between Italy and MENA / Asia / Oceania

MARCHE TEATRO / INTEATRO FESTIVAL POLVERIGI (CAPOFILA)

ANGHIARI DANCE HUB

ASSOCIAZIONE INCONTRI INTERNAZIONALI DI ROVERETO/ FESTIVAL ORIENTE OCCIDENTE

MOSAICO DANZA / FESTIVAL INTERPLAY

ARMUNIA / FESTIVAL INEQUILIBRIO

FONDAZIONE I TEATRI

TRIENNALE MILANO TEATRO

IL PROGETTO

“Crossing the sea” è un progetto di internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo nato nel 2018 con lo scopo di creare e consolidare collaborazioni di lungo termine tra Italia, Medio Oriente, Asia e Oceania. Il progetto è realizzato da sette partner italiani e diciotto stranieri col supporto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo all’interno del bando Boarding Pass Plus.

L’obiettivo del progetto è quello di avviare un processo di internazionalizzazione finalizzato a promuovere occasioni di networking e condivisione di buone pratiche, favorire coproduzioni internazionali e scambi bilaterali, permettere la conoscenza diretta del pubblico di diverse aree geografiche da parte degli artisti e dei giovani operatori, incentivare la partecipazione a piattaforme asiatiche e meeting internazionali.

Nel corso del 2019, sono già stati selezionati tramite bando 20 artisti/compagnie: 12 di loro sono stati poi selezionati dai partner stranieri per attività all’estero relative a residenze creative e di ricerca, con- divisione e collaborazione con artisti locali, workshop e confronti con il pubblico e gli operatori locali.

Il bando 2020 permetterà a 10 nuovi artisti/compagnie di entrare a far parte del progetto e di essere selezionati dai partner stranieri per attività nei loro Paesi.

SOGGETTI PROMOTORI

“Crossing the sea” è promosso da sette partner italiani, già attivi in campo internazionale e nella pro- mozione dei linguaggi contemporanei: Marche Teatro / Inteatro Festival (capofila), Anghiari Dance Hub, Armunia / Festival Inequilibrio, Fondazione I Teatri, Mosaico Danza / Festival Interplay, Oriente Occidente Festival, Triennale Milano Teatro.

A loro si uniscono diciotto organizzazioni straniere provenienti da undici Paesi tra Medio Oriente, Asia e Oceania: High Fest, Small Theatre (Armenia); Orient Production (Egitto); Arab Theatre Training Cen- ter (Libano); Attakalari Center for Movement Arts (India); T.H.E. Dance Company (Singapore); SIDance, Seoul Institut of the Arts (Corea); Tjimur Dance Theatre (Taiwan); CCDC Hong Kong, Shangai Dramatic Arts Center, Shangai International Dance Center, Beijing Dance LTDX, Hong Kong Arts Festival, SETA (Cina); Dance Forum MB (Filippine); Kinosaki International Art Center (Giappone); Performing Lines (Australia).

Attraverso questo progetto, il partenariato si pone l’obiettivo di costituire una prima rete di riferimento per incentivare le relazioni, le collaborazioni e gli scambi di informazioni tra le diverse geografiche.

IL BANDO 2020 – DESTINATARI E CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

Saranno selezionati un minimo di 10 artisti/compagnie italiani che potranno prendere parte ad attività presso le sedi dei partner esteri incentrate su:
1) residenze creative di ricerca e studio non necessariamente finalizzate alla produzione;
2) progetti incentrati sulla condivisione e riflessione artistica con artisti locali;
3) workshop, confronti con pubblico e operatori locali.

Ai fini della selezione e delle attività all’estero, sarà chiesto agli artisti di indicare una proposta di ricerca, sotto forma di progetto definito o idea non ancora realizzata, che si è interessati a sviluppare nel contesto delle collaborazioni tra l’Italia e i Paesi partner.
I progetti prevedranno una fase di lavoro e restituzione pubblica all’estero, presso le organizzazioni dei Paesi partner; un’altra restituzione in Italia, come “effetto di ritorno”, in forma di spettacolo, presentazione, report digitale, in occasione dei principali eventi 2020 organizzati dai partner, che ricopriranno anche il ruolo di tutor accompagnando gli artisti durante tutto il processo.

Tutti gli artisti/gruppi selezionati entreranno a far parte del “Dossier Crossing the sea 2020”, un catalogo di presentazione che circuiterà tra i soggetti aderenti al network di progetto, e il loro lavoro sarà promosso in occasione di piattaforme, festival ed eventi italiani e stranieri.

Destinazioni, calendario, numero dei partecipanti saranno definiti congiuntamente tra i partner italiani e stranieri; in particolare saranno i partner stranieri a scegliere, all’interno della rosa proposta, gli artisti con cui lavorare.

Il progetto “Crossing the sea” si farà carico di:
– spese di viaggio e visto;
– una borsa di mobilità rapportata al numero dei partecipanti e alla durata della permanenza estera;
– spese di vitto, alloggio e trasporti locali (a carico diretto dei partner stranieri).
Assicurazioni addizionali rimarranno a carico dei partecipanti.

Networking and exchange between Italy and MENA / Asia / Oceania

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE E SELEZIONE

Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro le ore 12.00 di lunedì 27 gennaio 2020, secondo le modalità sotto riportate.
Sarà data comunicazione dei risultati della selezione via email entro il 7 febbraio 2020.

La selezione degli artisti/gruppi che entreranno a far parte del “Dossier Crossing the sea 2020” avverrà a insindacabile giudizio della Commissione di valutazione, composta dai Direttori Artistici delle strutture partner italiane.

Ai fini della valutazione, dovranno essere presentati in italiano e in inglese:

1. lettera motivazionale, che argomenti le ragioni della partecipazione al bando e l’interesse specifico a collaborare con i Paesi indicati (max 1 cartella per lingua);
2. progetto / idea artistica che può essere sviluppata nel corso delle attività previste
(max 1 cartella per lingua). In caso di progetto comprendente più partecipanti, indicarne nome e ruolo;
3. breve presentazione dell’artista / della compagnia (max 1 cartella per lingua);
4. lista link / showreel e/o altra documentazione video rappresentativa del proprio lavoro;

Dovranno inoltre pervenire, insieme alla documentazione richiesta per la valutazione, pena l’esclusione:

5. eventuali periodi di indisponibilità già previsti nell’anno 2020;
6. copia di un documento d’identità in corso di validità (preferibilmente passaporto) dei partecipanti;
7. n°1 fotografia da utilizzarsi a fini promozionali;
8. Allegato A del presente bando; SCARICA PDF;

La documentazione dovrà pervenire esclusivamente in bassa risoluzione. Si prega di non inviare ulteriore materiale non richiesto.

La documentazione dovrà pervenire entro le ore 12.00 del 27 gennaio 2020 all’indirizzo email crossingthesea@marcheteatro.it, specificando nell’oggetto “Bando CROSSING THE SEA 2020”. Saranno valutate solo le domande complete della documentazione richiesta.

INFO:
crossingthesea@marcheteatro.it – ref. Cristina Carlini / Benedetta Morico