Progetto
Crossing the sea

Crossing the sea è un progetto di internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo con lo scopo di creare e consolidare collaborazioni di lungo termine tra Italia, e Paesi asiatici e del Medio Oriente.

CROSSING THE SEA è un progetto tra Italia, Medio Oriente e Asia per favorire l’internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo.

Sette i Festival e Teatri italiani vincitori:

MARCHE TEATRO / INTEATRO FESTIVAL POLVERIGI (CAPOFILA)

ANGHIARI DANCE HUB

ASSOCIAZIONE INCONTRI INTERNAZIONALI DI ROVERETO/ FESTIVAL ORIENTE OCCIDENTE

LIS LAB PERFORMING ARTS / CROSS FESTIVAL

FONDAZIONE FABBRICA EUROPA

ARMUNIA

MOSAICO DANZA / INTERPLAY FESTIVAL

IL PROGETTO

Crossing the sea è un progetto di internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo con lo scopo di creare e consolidare collaborazioni di lungo termine tra Italia, e Paesi asiatici e del Medio Oriente. Il progetto è realizzato da sette organizzazioni italiane in collaborazione con nove partner stranieri col supporto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali nell’ambito del bando Boarding Pass Plus.

L’obiettivo del progetto è quello di avviare un processo di internazionalizzazione finalizzato a promuovere occasioni di networking, condividere buone pratiche, favorire coproduzioni internazionali e scambi bilaterali, permettere la conoscenza diretta del pubblico di diverse aree geografiche da parte degli artisti e dei giovani operatori selezionati, incentivare la partecipazione a piattaforme asiatiche e meeting internazionali.

SOGGETTI PROMOTORI

Crossing the sea è promosso da sette partner italiani, già attivi in campo internazionale e nella promozione di linguaggi contemporanei innovativi: Marche Teatro / Inteatro Festival (capofila), Anghiari Dance Hub, Armunia / Inequilibrio Festival, Fondazione Fabbrica Europa, Incontri Internazionali / Festival Oriente Occidente, Lis Lab Performing Arts / Cross Festival, Mosaico Danza / Festival Interplay.

A loro si uniscono nove organizzazioni straniere tra Medio Oriente e Asia: Attakalari Center for Movement Arts (India), CCDC Hong Kong (Cina), Hong Kong Arts Festival (Cina), Maqamat (Libano), National Performing Arts Center (Taiwan), Seoul section of CID-UNESCO / SIDance (Corea), Shangai Dramatic Arts Center (settori teatro e danza, Cina), T.H.E. Dance Company (Singapore).

Attraverso questo progetto, il partenariato si pone l’obiettivo di costituire una prima rete di riferimento per incentivare le relazioni, le collaborazioni e gli scambi di informazioni tra le diverse aree geografiche.

I BANDI

Al fine di agire come facilitatore di processi di internazionalizzazione nei confronti degli artisti e degli operatori italiani, Crossing the sea promuove due bandi aperti a tutto il territorio nazionale e relativi all’annualità 2019.

BANDO A  – Progetti Artistici

Il primo bando sarà rivolto agli artisti italiani, in particolare under35 e alle compagnie emergenti, che potranno presentare un progetto da realizzarsi all’estero, presso la sede di uno o più partner stranieri, in occasione dei loro principali eventi 2019 (festival, stagioni, piattaforme). Il progetto dovrà essere sviluppato attraverso:

  • residenze creative e di ricerca
  • condivisione di pratiche artistiche con artisti locali
  • workshop e confronti con il pubblico e gli operatori locali

Dopo una prima fase all’estero, i progetti dovranno prevedere una presentazione conclusiva presso uno dei partner italiani, come “effetto di ritorno”.

BANDO B – Curatori/manager/organizzatori under35

Il secondo bando si concentrerà sulla mobilità dei giovani organizzatori, manager e curatori dello spettacolo dal vivo italiani, under35, selezionati su curriculum, offrendo loro la possibilità di prendere parte, durante il 2019, ad una o più occasioni di networking presso i partner stranieri, in occasione di piattaforme o festival e/o in concomitanza con la realizzazione dei progetti artistici selezionati da “Crossing the sea”. I giovani selezionati saranno anche coinvolti nelle manifestazioni connesse a “Crossing the sea” realizzate dai partner italiani durante l’anno.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire entro il 31 dicembre 2018.
Ai candidati ammessi sarà data comunicazione via email entro il 28 febbraio 2019.