Pablo Ezequiel RizzoCoreografi selezionati 2024

    Biografia

    Pablo Ezequiel Rizzo nasce in Argentina e si trasferisce in Italia nel 2004. Continua la sua formazione artistica presso l’associazione culturale e centro di produzione Il Funaro di Pistoia. Inizia gli studi di danza presso UpSideDown di Giulia Ottanelli. Frequenta a Prato per due anni la scuola di cinema Anna Magnani e studia teatro fisico al Teatro Metastasio, con Paolo Magelli. Nel 2019 si diploma come danzatore-coreografo presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi con il lavoro Entrata di Emergenza di Elie Tass. Studia con maestri come Maria Consagra, Paola Lattanzi, Ariella Vidach, Biagio Caravano (MK), Olivier Dubois, Julie Ann Stanzak. Lavora poi con Alessio Maria Romano, Compagnia Nanou e con nomi internazionali come Elie Tass (le ballets C de la B), Zero Visibility Korp e Petra Fornayova. Nel 2021 avvia una collaborazione di produzione triennale con il festival Hangartfest di Pesaro come coreografo. Arriva finalista al premio Residanza di Gabriella Stazio, Napoli, con li suo lavoro “Albatros”. Nel 2022 vince il Premio Cerati come miglior coreografo nella vetrina alla giovane danza d’autore, indetta dal festival Ramificazioni in Calabria. Nel 2023 viene scelto dal Network AnticorpiXL all’interno della giovane vetrina d’autore. Vince con lo stesso ente, il ciclo di produzione e residenze ResiDance. Attualmente è in produzione con due lavori coreografici.

    Progetto SEPTUM

    concept e coreografia Pablo Ezequiel Rizzo dramaturg Eliana Rotella interpreti Alessandra René Cozzi Pablo Ezequiel Rizzo Giuseppe Zagaria musiche Adriano Fedele costumi Violetta Cottini ente sostenitore AIEP Ariella Vidach
    Septum significa setto. Il setto è una membrana o un elemento che ha una funzione separatrice all’interno di una cavità. Separa due sezioni identiche. Il septum è anche simbolo, in molteplici culture, connotato di valori spirituali: qualcosa che fora e mette in comunicazione due metà, rendendole uno. Il lavoro coreografico Septum si pone come tassello di una ricerca più ampia condotta da anni dal gruppo Voluptas sul superamento delle dicotomie oppositive natura/cultura, uomo/animale, mente/corpo, primitivo/civilizzato, maschio/femmina, dominatore/dominato, in questo caso aprendo l’indagine al tema della percezione del corpo rispetto al piacere che può provare.

     


    I COREOGRAFI VINCITORI DEL BANDO 2024

    Blanca Lo Verde - Anghiari Dance HUB | Biografia