Andrea ScarfìCoreografi selezionati 2021

    Andrea Scarfi inizia il suo percorso d formazione al Balletto di Roma Diretto da Paola Jorio, nel 2015 si trasferisce Monaco di Baviera dove prosegue gli studi alla Iwanson Iternational School of Contemporary dance, diretta da Jessica Iwanson dove si diploma nell’anno 2018. Attualmente lavora come Danzatore/Coreografo freelance con sede a Monaco di Baviera. Nel mese di marzo 2021 viene selezionato per presentare una ricerca coreografica “HUT” al festival HIER=JETZ Di Monaco di Baviera al Teatro Schwere Reiter uscito pubblicamente su piattaforma on-line il giorno 20.04.2021 Nell’autunno 2020 assunto come danzatore professionista alla Biennale Danza 2020 a Venezia (Direttore: Marie Chouinard) per lavorare con coreografi emergenti su nuove creazioni. Nella primavera 2020, con l’assolo “SHADAB” ha debuttato come coreografo al festival HIER-JETZ teatro Schwere Reiter a Monaco di Baviera. Negli anni precedenti ha lavorato con i Coreografi: Matteo Carvone nelle sue creazioni FAUST SYMPHONY alla Philharmonie di Gasteig e Mozart 20 al Carl Off Fest 2019 a Monaco. Alan Books nell’opera Die Fledermause alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera. Dustin Klein, nell’opera Vepres Siciliennes, alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera.


     

    HUT

    Nel recente passato sono stato spesso immerso in uno stato di assenza: un allenamento costante a convivere con la mancanza. Ho sperimentato che cosa significhi vivere in tempo reale, aggrappandomi al qui e ora, sapendo che nulla può essere dato per scontato e che tutto può sempre cambiare. A volte mi sento persino privato di parti di me che non sono mai esistite. Mi manca essere bambino e sentire di poter trovare tutto l’essenziale in un mondo segreto che nessuno può toccare. Trasporto me stesso sulle mie spalle, seguendo percorsi insoliti, cercando l’essenziale che non ha un nome. Confuso, perso, felice, nella mia casetta di legno, cercando qualcosa che avevo allora, quando non avevo bisogno di cercare o cambiare per sentirmi completo.

    – “Perché avere paura di un cappello?” Il mio disegno non era l’immagine di un cappello. Era il disegno di un boa constrictor che digerisce un elefante. – Antoine de Saint-Exupéry, Il Piccolo Principe.

    Coreografo: Andrea Scarfì Dramaturg: Francesco Cocco Interpreti: Andrea Scarfì, Emmanuelle Rizzo Montaggio audio: Ilaria De Santis Con il sostegno di TanzTendenz e HIER=JETZ Festival 2021

     


     

    Gli altri Coreografi selezionati 2020

     +Laura Gazzani
     + Silvia Galletti
     + Michele Scappa – Sara Capanna – Barbara Carulli